Collective performance in the public space.

Concept and description
The stretch of coast from Santa Maria di Leuca to Otranto makes up the easternmost territory of Italy. In Leuca the cliff that enters the Ionian sea is the southern limit of Puglia and also the natural point of passage that gives way from the terrestrial to the sea. The project “Parade for the Landscape” is a public artwork made by Andreco that started from a investigation of the territory of Capo di Leuca, and manifests itself in a parade along the shoreline involving a group of citizen in collective actions. The project was realized with the participation of many persons from the local community, with the aims of enhance the natural landscape and in particular the environment and the geology of the area. The parade route, three miles, moves along the entire Gulf of Leuca, at sunset symbolically uniting Punta Ristola and Punto Meliso, linking symbolically the two seas. In this way the dilemma of the ancient legend of the siren Leucasia will be resolved, as she, in her jealousy, separated the two lovers Aristula and Melisso. Also inspired by the work of geographer Élisée Reclus, the parade is a reflection on “Finis Terrae” in Italy and the geographical and geological characteristics of this “extreme” area. One objective is the reevaluation of some aspects and perceptions tied to the boundaries of landscape. It aims to reflect on the meaning of limits, finding contradiction and differences between the idea of a natural boundaries, represented by the rocks of the cliffs that plunge into the sea, and political borders. The artist worked with residents, particularly with musicians from Santa Maria di Leuca, to form a group - a sort of imaginary tribe ready to march in defense of the environment and in the name of the local geology, crossing the city with flags representing the cliff rocks. The parade is a reflection on Leuca’s landscape and natural environment, on the meaning of natural boundaries, the political borders, and the public space in Leuca. The parade moved through critical zones of the city – abandoned areas, unknown terrain – and will end in front of the abandoned colony. The result was a merging of local traditions and the imaginative symbolism related to the landscape created by the artist. The success of the parade was given due the work and participation of all the people involved. The Landscape Parade” is a public art project and a collective performance.

credit:
Artist: Andreco
Location: Santa Maria di Leuca, Italy (02/06/2014)
Produced by Ramdom, Progetto GAP.
Photo: Yacine Benseddik

Photo credits: ANDRECO, "PARADE FOR THE LANDSCAPE". Collective performance for the project "INVESTIGATION ON THE EXTREME LAND" produced by Ramdom, Progetto GAP. in S.M. di Leuca. Photo: Yacine Benseddik

---

[ita]
Parata per il Paesaggio.
Progetto d’arte pubblica e performance collettiva
Di Andreco

Per il progetto: Indagini sulle Terre Estreme.
Produzione: Ramdom, Progetto GAP, Fondazione con il Sud

Il tratto di costa che da Santa Maria di Leuca arriva ad Otranto costituisce il territorio più a Est dell’Italia. La scogliera che a Leuca entra nel mar Ionio è il limite sud della Puglia e anche il punto di passaggio naturale del paesaggio che da terrestre diventa marino. Il progetto “Parata per il Paesaggio” è un’opera d’arte pubblica collettiva che parte da un’indagine sul territorio del Capo di Leuca, e si manifesta in una parata lungo il litorale. La parata ha percorso tutto il golfo di Leuca da punta a punta, unendo simbolicamente, al tramonto, Punta Ristola e Punto Meliso. Verrà così risolto il dilemma dell’antica leggenda della sirena Leucasia, che divise, per gelosia, i due amanti Aristula e Melisso. Inspirata anche dal lavoro del geografo Élisée Reclus, la parata è una riflessione sul “Finis Terrae” dell’Italia e sulle caratteristiche geografiche e geologiche di questo territorio “estremo”. Si pone come obiettivo la rivalutazione di alcuni aspetti e percezioni legate ai confini del paesaggio. Le aree su cui si concentra questo lavoro di arte pubblica sono quelle di transizione tra il paesaggio terrestre e quello marino, le scogliere. Gli altri elementi territoriali che vengono studiati e resi simboli nel lavoro dell’artista sono le “Specchie”, i muri a secco e le “Pajare” che si trovano sul territorio Salentino. “Parata per il Paesaggio” vuole essere anche una riflessione sul concetto di limite naturale e di confine politico. Come ogni opera dell’artista, la Parata per il paesaggio non ha un significato univoco ma aperto ed interpretabile da chi la osserva. La parata è il frutto dell’interazione tra l’artista Andreco, gli abitanti di Leuca, le associazioni Ramdom e il progetto GAP (galleria d’arte partecipativa), e in particolar modo con i musicisti locali e gli sbandieratori che sono stati il nucleo centrale del progetto. La parata è il risultato di un sincretismo tra la produzione iconografica dell’artista e la tradizione locale. La riuscita della parata è avvenuta grazie alla collaborazione e al coinvolgimento appassionato di tutti i partecipanti.
www.andreco.org | www.ramdom.net | gapgapgap.tumblr.com

More Press:
[ITA] Artribune: Il racconto per immagini di una “Parata per il Paesaggio”. La performance di Andreco, a Santa Maria di Leuca. Percorrendo territori di confine
GORGO: Andreco: “Parata per il Paesaggio”.
[Eng] Brooklyn Streetart: Andreco Explores Italian Coast and Leads a “PARADE FOR THE LANDSCAPE”



PARADE FOR THE LANDSCAPE from andreco on Vimeo.





 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 

Andreco and Luca Coclite
: Andreco and Luca Coclite