Ph: A. Speccher    Ph: A. Speccher      one and onlyone and only video still                one and onlyone and only video still    Ph: A. Speccher collaboration between collaboration between Andreco - Musivaria Mosaic

[eng]
One and only - (Unica e Indivisibile )
Italy-Austria Border
by Andreco
for Walking. Arte in Cammino.
Audio by Vittorio Giampietro
The installation last from August 6th to October 6th 2016

One and only – a flag for the landscape. An artwork for the Walking- arte in cammino project.
Between the Austrian outpost and the Italian trenches, this twenty meters large strip is no man’s land. 7000 men lost their lives on this mountain during the great war trying to conquer the top. Friends, colleagues and acquaintances found themselves on the opposite side of the trenches on the same mountain to shoot each other. Yesterday and today borders breed death. Trespass borders, climb the tops, get lost in the landscape and then disappear.
” (from an Andreco's speech)

Keywords: One And Only - unica e indivisibile - An anti-flag for The landscape. Flag on no mans land ‪- A mountain can not be divided by nations - WWI - natural boundaries vs political border. Project for Walking. Arte in cammino ‪#‎palpiccolo‬ in between borders

The “One and Only” installation is composed of three flags depicting three different images of stylized mountaintops, reinvented and re-drawn by the artist. Two of these flags can be seen on the trail: the first one is hoisted on the flagpole standing on the Italian/Austrian border; the other one is raised upon the mountaintop between the Italian and Austrian trenchlines, in no man’s land. Due to the fact that the border ran through the Pal Piccolo dividing its small surface between Italy and Austria, their respective trenchlines used to be very close. The state of war between these two peoples did not match the reality of their relationship, which used to be friendly and based on business and personal exchanges. The war fought in the trenches at the top of the mountain was a war between neighbors and friends. Under a geomorphological point of view the mountain is the upper part of Earth’s crust but at the same time, when crossed by state borders, it becomes also an obstacle to movement: during the Great War the natural border of Pal Piccolo became a political limit and a battlefield.
Andreco produced for the Pal Piccolo mountain three flags which represent, in the artist’s words, “a mountain that is one and only," symbolically obliterating the borders.

To depict this idea, and following an established method, the artist synthesized shapes from natural data into an abstract, partially recognizable image. This way the installation is a dedication to the Pal Piccolo, celebrated trough a landscape flag formed by a succession of real-life mountaintops, but also an invitation to meditate upon an idea of unity rather than one of separation as suggested by the landmarks designed to hoist the flags.
Besides, this work testifies the artist’s interest to investigate borderlands. The “one and only” installation for the northeastern border of Italy is ideally connected to the “parade for landscape” project, a performance for the southeastern border realized in Santa Maria di Leuca (puglia).
The artist placed the third landscape flag on top of the Reythembergher tower, along with a mosaic on display on the inside created as a cooperation with Musivaria, to create a visual connection between the different locations involved in the project.
Michela Lupieri and Giuseppe Favi curators of the project Walking. Arte in Cammino

[ita]
Unica e indivisibile. (One and Only)
di Andreco
per Walking. Arte in cammino
a cura di Michela Lupieri e Giuseppe Favi

Installazione 6 Agosto - 6 Ottobre 2016

Unica e indivisibile. (One and only) è un'installazione composta da tre bandiere con tre diverse immagini di cime stilizzate, riprese e ridisegnate dall’artista sulla base delle fotografie da lui scattate durante un trekking sulla montagna del Pal Piccolo. Sul sentiero ne sono visibili due: una è issata sul pennone in corrispondenza del confine di stato tra Italia ed Austria; l’altra è innalzata sulla cima della montagna, tra il trincerone italiano e la linea austriaca, in terra di nessuno. Poiché il confine attraversava e divideva il Pal Piccolo in una parte austriaca e in una parte italiana, durante la Grande Guerra le rispettive trincee erano vicinissime. Lo stato di guerra tra i due popoli non rappresentava però i loro reali rapporti che da tempo immemorabile erano di reciproca amicizia e alimentati da scambi lavorativi e di carattere personale. La guerra combattuta in quota vide quindi contrapposta gente vicina e amica. Se dal punto di vista geomorfologico la montagna è la parte superiore della crosta terrestre, allo stesso tempo, se attraversata da confini di stato, essa rappresenta anche uno sbarramento al passaggio: durante la Grande Guerra, il confine naturale del Pal Piccolo diviene così limite politico e terreno di conflitto.
Andreco ha realizzato per il Pal Piccolo tre bandiere che, racconta l'artista, “rappresentano una montagna unica e indivisibile" che annulla simbolicamente le frontiere.
Per rappresentare il concetto, e seguendo una prassi a lui consueta, l'artista dal dato naturale osservato ha sintetizzato le forme in una immagine astratta, in parte riconoscibile e in parte no. In questo modo, l’installazione è una dedica al luogo del Pal Piccolo, celebrata attraverso una bandiera del paesaggio formata da un susseguirsi di cime osservate dal vero, ma è anche un invito a ragionare su un’idea di unità, piuttosto che di separazione, suggerita dai punti significativi su cui è innalzata la bandiera.
Inoltre, questo lavoro testimonia l’interesse dell’artista a indagare i territori di confine. L’installazione Unica ed Indivisibile (One and Only) per l’estremo confine nord – est d’Italia si collega concettualmente al progetto Parata per il paesaggio, una performance per l’estremo confine sud-est dell’Italia, realizzata a Santa Maria di Leuca in Puglia.
Sulla sommità della Torre Reythembergher, insieme ad un mosaico esposto all’interno realizzato in collaborazione con Musivaria, l’artista ha posto la terza bandiera del paesaggio, per creare una connessione visiva tra i diversi luoghi coinvolti dal progetto.
Michela Lupieri (curatrice del progetto walking insieme a Giuseppe Favi)

"Unica e indivisibile” - bandiere per il paesaggio. Opera realizzata per il progetto Walking Arte in Cammino. Una delle tre bandiere sparse nel territorio si trova tra l'avamposto austriaco e il trincerone italiano, questa lingua di terra larga una dozzina di metri è la terra di nessuno tra i due stati. In 7000 hanno perso la vita su questa montagna durante la prima guerra mondiale per la conquista della vetta. Amici, colleghi e conoscenti si sono trovati in trincee contrapposte sulla stessa montagna per spararsi. Ieri come oggi le frontiere generano morte. Oltrepassare i valichi, scalare le vette perdersi nel territorio per poi sparire."

Opera realizzata per il progetto Walking. Arte in cammino
Si ringraziano: Michela, Giuseppe, Carlo, Caterina, Alessandro, Pablo, Lauro, Adriano, FIlippo e Michele


One and Only - Border Austria - Italy . Andreco from andreco on Vimeo.

news:
The Border are close now!
check it out!
L'Austria crea una barriera anti profughi

Tornano i confini: ecco la "barriera" austriaca a Passo Monte Croce